death note o la forza dell’essere in due

Due mangaka.

Uno pieno di idee originali ma privo di talento nella realizzazione delle tavole.
Un altro eccezionale nel disegno ma senza colpi di genio nell’elaborazione della storia.

Si incontrarono, decisero di collaborare. E cosa venne fuori?

Il famoso manga DEATH NOTE
デスノート
.

Oggi, chiacchierando con Ryosuke del piu’ e del meno – anzi più del meno che del più – per incoraggiarmi sulla forza di certi meccanismi della vita, mi ha raccontato questa che sembrerebbe una storiella e invece non lo è.
Perchè la perfezione non è racchiusa nella forza di uno solo. Io, almeno, questa cosa l’ho letta così.

Forza! がんばれ!


12 commenti su “death note o la forza dell’essere in due

  1. Licia-san ha detto:

    Bellissimo pensiero e/o bellissima verità!

  2. Clara ha detto:

    La perfezione è sempre nell’incontro, nello scambio, nella comunicazione con l’altro. L’altro, o l’essere in due. Buona giornata!

  3. Lara ha detto:

    Anche a me sembra una lettura giusta, la tua.
    Anzi, molto confortante e condivisibile.
    Ciao 🙂
    Lara

  4. Kai ha detto:

    Sono assolutamente d’accordo con questa visione. “L’unione fa la forza”, recita un nostro detto.
    Vorrei anch’io unirmi con qualcuno per avere la forza di realizzare il mio sogno nel cassetto..!

  5. automaticjoy ha detto:

    Non l’avevo mai vista in questo modo leggendo Death Note, forse perché il manga in sé era così coinvolgente che non mi dava modo di pensare ad altro, ma in effetti è proprio vero! Illustrazioni splendide e storia avvincente grazie all’unione di due talenti… grazie per la bella riflessione!

  6. perlinavichinga ha detto:

    e dopo qualche anno gli stessi ne hanno fatto un altro: “bakuman”, la storia di due mangaka che, guarda caso, somigliano proprio a loro!

  7. Devo dire che ho letto questo manga e visto l’anime, interessante. Delle volte l’unione fa la forza e si diventa bravi a livello mondiale!

  8. Murasaki ha detto:

    Non conosco questo manga, ma è proprio vero che l’unione tra due talenti diversi può dare origine a grandi cose 🙂

  9. rompina ha detto:

    storia stupenda. e mi riferisco non solo a Death Note, ma anche a questo post 🙂

    Laura

  10. Giuseppe A. ha detto:

    集団行動性 :)))

    ps: vorrei ricordare un altro duo che ha segnato la storia dei manga, dei cartoni animati e del mondo Buronson-Hara 😉 e ce ne sono anche altri

  11. Nana Seven ha detto:

    Credo nella creatività che può esserci solo quando c’è una coppia.
    Può essere mente e mani, può essere mente e incoraggiamento, può essere mani e idee, può essere impasto e matterello, può essere acqua che bolle e sale, può essere toppa e chiave, può essere ago e filo, può essere note e intonazione… qualunque cosa mi viene in mente è coppia.
    Si crea con la forza e la passione, si crea con legame e affinità.
    Nessuna idea può crescere se non c’è una spalla che la sostiene sul fronte e retro.

    parole buttate per come mi sono arrivate alla mente.

  12. Death note è fantastico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*