Della neve che preannuncia primavera

Basta aprire le tende, così di colpo, la mattina. E la città è lì davanti a te. Oggi tutta bianca. I tetti coperti dalla neve. L’orizzonte ingoiato dai fiocchi e dalla foschia.

Che spettacolo! mi sono detta e quasi mi dispiaceva andare a lavorare solo per non poter andare in giro a scattare foto nelle mie zone preferite. Ma il mio lavoro, per fortuna, l’adoro e so che il prossimo anno, di nuovo, nevicherà~

La Gigia stamattina era tutta felice e non appena ha visto la neve ha iniziato a correre. Io dietro di lei, con la macchinetta fotografica. Con i grandi stivali rosa sono andata anche al lavoro. Niente bicicletta. Nei giorni di neve è autobus.

Forse è la mia romanità, il fatto che fin da bimba la neve è sempre stata un evento eccezionale, ma la adoro. Inoltre, sembra che la città acquisti un non so che di poetico.
Di giorno e anche di notte. Quando le luci dei lampioni, i fari delle macchine, le tinte accese delle insegne della Tokyo più insonne, si ammorbidiscono.

E mentre i miei viaggi in metro vengono spesso sfruttati per scrivere, per leggere e studiare, nei giorni di neve non riesco a rimanere concentrata. Tolgo persino gli auricolari e mi volto a guardare i tetti bianchi susseguirsi l’uno dopo l’altro dietro le ampie vetrate della Tozai o della Chuo Line. Gli alberi carichi di bianco, i campi che mutano colore.

Quando sono arrivata a Takadanobaba nevicava ancora, un pochino meno forte. A malincuore ho chiuso l’ombrello e sono entrata nel caffè.

E’ l’ultima neve dell’anno. La neve che preannuncia la primavera.

Così, quasi esagerando sul paradosso del binomio, recitavano oggi in televisione. Durante una di quelle appassionanti discussioni sul tempo tutte giapponesi. Pupazzetti che animano cartelloni preparati per l’occasione, mostri che soffiano vento in direzione del Giappone, soli o nuvole sorridenti. Tutto trasformandosi in un gioco.

* In fotografia Takadanobaba coperta dalla neve, la piazza e le “orme” dei bus e dei taxi che vi girano tutto intorno (1); una donna che sale su un taxi, il suo volto di profilo, l’altra che aspetta che arrivi la prossima vettura (2); un tempietto piccino picciò coperto dalla neve di questa mattina (3).


10 commenti su “Della neve che preannuncia primavera

  1. CriCri ha detto:

    Che bella la neve.. tutto acquista un fascino particolare.. ti avrei voluta vedere con la Gigia nella neve.. e soprattutto con gli stivali rosa!!! Bacio

  2. Bunny ha detto:

    Che meraviglia!!!! E quest’anno anche a Roma la neve: evviva!!!

    B.

  3. Biancume ha detto:

    che bella la neve e che belle le foto

  4. perlinavichinga ha detto:

    bellissime le foto! speriamo sia l’ultima, ora ci deve preparare alla primavera =)

  5. Zin ha detto:

    Il paesaggio giapponese innevato deve essere stupendo *^* già è bellissimo di suo, ma con un tocco di bianco diventa qualcosa di magico!
    comunque io adoro questo blog, adoro le tue foto e i tuoi post; ma la cosa che veramente mi piace di più è il tuo modo di scrivere. ogni tua singola parola mi affascina e mi fa leggere con sempre più interesse! sento la passione che hai verso il Giappone e la vita che stai vivendo . Forse perchè sei riuscita a realizzare quello che è il mio sogno futuro, e vedo nei tuoi testi quello che potrò, forse, sperando, raggiungere anche io? non so; ma ti ringrazio perchè sempre riesci a catturarmi l’attenzione e a farmi sognare.

    1. Giappone Mon Amour ha detto:

      Zin, sei gentilissima. Ce la farai senz’altro. Tutto studio, impegno e determinazione. Vai vai vai! ^o^

  6. francesca ha detto:

    Da noi quest’anno e` mancata, ma l’inverno tedesco potrebbe ancora riservare qualche sorpresa….
    Ciao francesca

  7. DAIJIRO 85 ha detto:

    Io, personalmente, detesto cordialmente la neve, per il semplice motivo che è foriera di freddo ed inverno, ancor più (e non cordialmente…^^) da me detestati.
    Non ci posso fare niente, amo l’estate, il caldo ed il sole… Anche l’estate calda, torrida ed afosa di Tokyo mi piace da matti.
    Curiosità: la piazzetta fotografata di Takadanobaba è per caso quella dove (di spalle, eventualmente, rispetto alla tua foto) c’è il grande palazzone grigio e blu con dentro il centro commerciale??!!
    Baci a tutti!!!

  8. Patrizia Di Rocco ha detto:

    Ho sempre immaginato Tokyo come una città super-tecnologica…Spolverata di neve….Non l’avevo mai pensata così imbiancata: è come un tocco in più in un disegno…. ed è bellissima e divertente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*