Di tre quarti d’ora prima, la mattina

Un altro scatto di Tokyo al tramonto con il profilo netto del Monte Fuji sullo sfondo.
L’autunno è finito. I momiji in alcune parti della citta’ ancora resistono ma le tonalità non sono più quelle di un paio di settimane fa. Si guarda la città mutare nuovamente di colore.

Stamattina sono uscita di casa tre quarti d’ora prima del solito. L’obiettivo è quello di ritagliarsi del tempo prima dell’inizio del lavoro.
Alzarsi alle sei, in questa stagione, è un po’ triste. Sembra di svegliarsi in piena notte tanto è buio. Ma montando in bicicletta, imbacuccata nei vari strati di cappotto, sciarpa, guanti e cappello sceso sulla fronte, ho visto il sole pallido dell’alba e mi sono detta che è bello mutare sempre un po’ la propria quotidianità.
Che non sia necessariamente una strada diversa da percorrere per raggiungere il medesimo obiettivo, ma anche un’ora differente che inondi di una luce inedita “più o meno” le stesse cose.


5 commenti su “Di tre quarti d’ora prima, la mattina

  1. Murasaki ha detto:

    Che bei colori… e complimenti per la voglia di ritagliarti del tempo “tuo”, per me è quasi un sogno con i piccoli che riempiono tutto lo spazio/tempo della nostra famiglia!!

  2. perlinavichinga ha detto:

    hai una gran forza di volontà! io la mattina faccio una fatica… buone feste a voi!

  3. Nega Fink-Nottle ha detto:

    Ogni volta che vedo le tue foto, mi innamoro un po’ di più di Tokyo e del Giappone 🙂
    :*

  4. CriCri ha detto:

    Carissima e Dolce Laura.. ti auguro un Natel pieno d’Amore a te e Ryosuke!!
    un caro abbraccio CriCri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*