Shibuya "by rain"

Osservare il traffico di gente che si sposta da un lato all’altro (o per essere più precisi “degli altri”) della piazza di Shibuya e’ per me sempre emozionante.

Credo sia il numero di persone, con tutto il fascino che ha il “tanto” e il “tutto insieme” della gente che muove piedi non appena il semaforo da’ il via.

Ed ecco un ragazzo sulla sua bicicletta da corsa, un modello sicuramente leggero per sfrecciare nel traffico di Tokyo.
Il rosso è appena scattato, in alto a sinistra, i pedoni son fermi e lui ha appena assunto la posizione di partenza. Un attimo e sarà avanti a tutti.
Adoro quella posa. Quell’istante prima del “via”.

Mi ha risvegliato un desiderio che ho gia’ da alcuni anni. Una bicicletta da corsa per attraversare tutta Tokyo pedalando… la mia bici da passeggio con il cestino attaccato davanti non potrebbe mai resistere ad un viaggio simile e invecchierebbe notevolmente nel percorso. Sigh. Ci pensero’.

Un angolo, quello dalla parte di Hachiko per intenderci. Grandi schermi che trasmettono immagini di fuochi d’artificio.

Le persone che iniziano a raccogliersi all’angolo della piazza di Shibuya con i loro coloratissimi ombrelli.

Un enorme poster del celebre nuotatore 北島 康介 (Kitajima Kousuke) capeggia sullo sfondo.

Un camioncino della Coca-Cola e un taxi verde che passa.
Un ragazzo in bicicletta impugna l’ombrello, pronto anche lui a partire non appena scatti invece il verde.

Shibuya “by rain”. Uno dei miei posti dell’anima, banale forse ma per me intensissimo da un punto di vista emozionale.

Pioggia, decine di ombrelli spalancati mentre il semaforo sta già per cambiare colore. Mi piacciono sempre, della Tokyo “by rain”, i riflessi sull’asfalto bagnato ❤


10 commenti su “Shibuya "by rain"

  1. Nega Fink-Nottle ha detto:

    Accidenti, mi mancano pure l’umidità e la pioggia giapponesi!!
    Fai delle foto spettacolari! Sai cogliere quell’attimo che normalmente alle altre persone sfugge. Ma come ci riesci? E poi accompagni il tutto con *quelle* parole. Rimango sempre a bocca aperta!

    Sai, mentre vedo le tue foto mi sembra di sentire in sottofondo il segnale dei semafori di Tokyo. A volte, quando qui scatta il verde e io sono un po sovrappensiero, mi stupisco ancora di non sentirlo 🙂

    Buona serata :*

  2. DAIJIRO 85 ha detto:

    c’ero ieri sera…tornatoci subito la prima sera di jap 2011…che dire se non che,appena uscito dall’uscita hachiko,e trovatomi di fronte il palazzo tsutaya e tutto il resto,mi sono emozionato ancora una volta??!!amo questa città e questo posto…ed,alla faccia dei gufi e dei media internazionali,e nonostante un po’ di setsuden,è sempre e comunque bellissima…

  3. Giappone Mon Amour ha detto:

    Nega sei sempre gentilissima… ultimamente ho la macchinetta sempre pronta nella borsa. Non immagini che noia per chi mi sta accanto… X:::D
    Il tuo blog e’ bellissimo. Anche mia mamma e una mia cara amica mi hanno detto che hanno iniziato a seguirti. :*

    Edoardo, che bello sapere che ce l’hai fatta a venire. Come ho avuto modo di dirti altre volte sei una delle persone con piu’ entusiasmo per il Giappone che io conosca. Hai salutato Shibuya eh! Hai fatto bene ❤. Un pochino piu’ buia,ma, come hai detto tu, sempre bellissima ;*

  4. DAIJIRO 85 ha detto:

    eh si,ce l’ho fatta,a quanto pare,nonostante i pronostici di amici e parenti che,fra scongiura di ripensamenti (che dovrebbero dire le madri di quei ragazzi in uniforme che partono per l’afghanistan,allora,non lo so…)e previsioni che sarei tornato fosforescente…mah…
    tornando a noi,devo dire che in shibuya il setsuden l’ho notato (anche se c’è),meno che altrove…mi dispiace solo non sentire tutta quella trina di luci e colori che si intrecciano fra loro…ma torneranno…per me era troppo importante non lasciar passare questo anno dando l’impressione agli amici giapponesi di non voler venire…e come sono entusiasti di avermi con loro…nel loro piccolo,è segno che il mondo oltreconfine non li ha abbandonati.
    parlavi del mio amore per il giappone;è vero,ma la sai una cosa?!…è iniziato tutto per caso…non sono un manga-anime o videogmaes man…lavoravo,quando iniziai lo studio della lingua,come stagista presso uno studio che voleva che uno dello staff studiasse il giapponese o il cinese per i contatti con l’asia…sicchè,fra i mille rifiuti,data la mole di studio che richiedono queste lingue,mi offrii io…ed,a scelta,per maggiore simpatia,scelsi il giapponese,temendo che,data la difficoltà,avrei mollato dopo 2 mesi…ed invece ho continuato e quella che è nata come una scommessa è divenuta,dopo la prima visita lo scorso anno,vero amore…a volte il destino è strano…ed ora,da assoluto disinteressato,è il posto dove non posso fare un anno solare intero senza venire…
    ti allego il mio indirizzo email,se per caso ti avanza tempo e voglia,mandami una mail,ti offrirò volentieri una cosa da bere…^^
    edoardo.quiriconi@hotmail.it
    bacioni!!!!!^^

  5. Giuseppe A. ha detto:

    @daijiro 85 : quindi hai iniziato a studiare giapponese su richiesta della tua azienda … prenderne uno che gia` parlava giapponese??? 🙁 vabe`…. quello che ti volevo veramente dire e` che alcuni anni fa lessi di alcuni fondi europei per le aziende che mandano i propri impiegati a studiare giapponese in giappone. Praticamente si restava impiegati dell`azienda, ma le spese della scuola e del soggiorno erano a carico di questo fondo europeo …. pero` non sono mai riuscito a trovare informazioni piu` precise :/

  6. Ciccola ha detto:

    Adoro Tokyo e Shibuya è il mio posto preferito…Mi è capitato di stare in attesa del verde sotto la pioggia e mi sono stupita di trovarmi in mezzo a tanti ombrelli senza scontrarmi con nessuno!

    P.s. Mi piacciono molto le nuove foto del titolo, specialmente la prima!

  7. alessandro ingarao ha detto:

    …é bellissimo leggere i tuoi post…viverli…e…sentire il mio Amore per il Giappone diventare sempre più forte…da quell’Hanami del 2003…dove ho pianto di gioia…nella bellissima Ueno…e poi…non vedere l’ora di ritornare…anno dopo anno…e ora…a 33 anni suonati…voler realizzare il sogno…se andrà tutto bene,next year,finalmente andró a vivere a Tokyo…

  8. Mary Healy ha detto:

    Purtroppo io ancora non sono stata personalmente a Shibuya, tuttavia, dalle immagini e dai video che ho visionato, potrebbe diventare il mio angolo di Tokyo preferito. Mi immagino questo incrocio pieno di suoni e colori, di gente che attraversa la strada e incrocia lo sguardo, anche se per pochi secondi, con gli altri passanti che vengono dalla direzione opposta. Credo che Shibuya sia l’anima della Tokyo moderna.

  9. Susanna ha detto:

    Le città sotto la pioggia cambiano, e vale sempre la pena visitarle con un bell’ombrello =)

  10. Moky 76 ha detto:

    Adoro Shibuya….il nostro appartamento era a 5 minuti a piedi proprio dalla stazione….ed è il primo posto dove mi sono catapultata appena posato le valigie!!!!
    Un saluto ad Hachiko….un matcha frappuccino da Starbucks e lo sguardo perso a guardare la moltitudine di persone che animava quell”incrocio…
    Può sembrare banale…ma mi ha rubato il cuore,chiudo gli occhi e rivedo tutto

Rispondi a Nega Fink-Nottle Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*